Corsi

OFFERTA FORMATIVA TRIENNALE

  • Il corso Triennale indirizza i suoi sforzi nella costruzione di una comunità educativa all’interno di In-presa , in un clima di grande corresponsabilità.
I ragazzi che scelgono di frequentare il corso di qualifica per operatore della ristorazione hanno la possibilità di :
 utilizzare laboratori attrezzati e studiare con metodologie di didattica attiva ed interdisciplinare;
 imparare da professionisti di settore;
 svolgere periodi di stage in azienda, che agevolano l'inserimento nel mondo del lavoro al termine del percorso di qualificazione triennale.

Con il superamento degli esami alla fine del III anno acquisiscono una Qualifica professionale, utile per l’assolvimento dell’Obbligo Formativo e l’inserimento diretto nel mondo del lavoro, con l’ulteriore possibilità di proseguire la formazione nel sistema di Istruzione e Formazione(IV anno per Tecnico della cucina post-diploma IFTS)

CONTENUTI E OBIETTIVI
I corsi (Triennio e IV anno) prevedono :
 il potenziamento delle competenze di base (lingua italiana, lingua inglese, storia, matematica e scienze, igiene ,merceologia, informatica, diritto, attività motorie )
 lo sviluppo delle competenze tecnico-professionali relative al settore, attraverso attività teorico-pratiche realizzate nelle aule e nei laboratori di cucina e sala, e i periodi di stage, svolti a partire dal secondo anno presso aziende ed enti convenzionati con il CFP, per l’acquisizione diretta di esperienze in ambito lavorativo
 percorsi personalizzati in conformità alla normativa per sviluppare le competenze e le abilità personali
In conseguenza del mutato quadro economico e sociale, dell’affermarsi di nuovi modelli organizzativi e del lavoro nonché dei recenti indirizzi nazionali ed europei, In-presa con il percorso del Triennale si è proposta di favorire una preparazione professionale che, coerentemente ai fabbisogni provenienti dal mondo produttivo e del lavoro locali, si fonda su una consistente base culturale, linguistica, storico-economico-sociale, scientifica, oltre che pratica.
Accanto alla qualificazione professionale, viene così valorizzata la crescita personale, culturale e sociale, in un’ottica di sviluppo di competenze di cittadinanza e formazione integrale della persona. Gli esperti del mondo del lavoro, considerati preziosi collaboratori sul campo tecnico, sono consultati e coinvolti frequentemente nella progettazione, nell'attuazione e nella verifica finale .
Il contesto di riferimento rimane sempre la situazione sociale ed economica del territorio, con le sue aziende , le sue organizzazioni e le sue problematiche

Lo stretto rapporto esistente tra In-Presa ed il territorio favorisce :
• una collaborazione reciproca,
• la possibilità per gli allievi di fare stage e
• la facilitazione per il loro inserimento

Lungo il percorso gli studenti hanno modo di effettuare:
• la valorizzazione del territorio nelle sue tradizioni e storia
• la preparazione di piatti tipici, riscoperta di ricette tradizionali, conoscenza enogastronomica locale e regionale, senza disattendere le aspettative e le radici degli allievi di altra provenienza culturale
• la conoscenza di norme igieniche , dietetiche ed economico – gestionali (IV anno)

FINE PERCORSO
Qualifica di : operatore della ristorazione- aiuto-cuoco (III Anno)
Qualifica di : Tecnico della cucina (IV anno)

SBOCCHI PROFESSIONALI:
• addetto alla ristorazione , collaboratore nel servizio cucina
• Occupazione in agriturismi, trattorie, servizi di catering, alberghi, strutture addette alla ricezione turistica (villaggi turistici, residence), self-service, mense aziendali e di ristorazione collettiva, fast-food, pizzerie, stuzzicherie, wines-bar

METODOLOGIA
• Lezioni in aula e nei laboratori di cucina, sala e informatica
• Visite guidate a strutture delle diverse tipologie di ristorazione
• Partecipazione a concorsi di portata regionale e nazionale
• Attività di Project Work che consentono lo studio per l’impianto di una piccola azienda in uno dei seguenti macrosettori: Ristorante tipico, Ristorazione collettiva, Banqueting/Catering

FORMATORI
 Docenti abilitati e laureati
 Tutor per ogni classe
 Educatori per le attività di sostegno e di aiuto allo studio

STRUTTURE
• Aule e attrezzature adatti alla tipologia di formazione del corso
• Servizi integrativi(attività di sostegno allo studio e all’apprendimento)
• Accompagnamento nelle visite guidate a siti storici o artistici e ad aziende delle diverse tipologie di ristorazione

CALENDARIZZAZIONE DELLE LEZIONI
Orario settimanale dal lunedì al venerdì:
• mattina: Le lezioni iniziano alle ore 8,30 per un massimo di otto ore giornaliere
• Sono previsti indicativamente tre posticipi (max); in tali casi le lezioni possono terminare alle ore 18,10

COSTI
La frequenza al corso è subordinata al finanziamento delle Regione Lombardia attraverso il sistema Dote

ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO - Progetto Lombardia Eccellente - "Il mestiere di essere uomini"

I percorsi in alternanza scuola-lavoro nascono per riavvicinare all’esperienza della conoscenza tutti quei ragazzi che, a causa di insuccessi scolastici, hanno abbandonato i canali convenzionali di istruzione e formazione.
I destinatari del progetto “Il mestiere di essere uomini”, che si inserisce nel contesto delle politiche di eccellenza della regione Lombardia per la lotta alla dispersione scolastica, sono perciò tutti coloro che hanno già subito almeno una bocciatura e che sono in difficoltà ad adattarsi alla scuola “classica” perché necessitano di un percorso formativo flessibile.

CONTENUTI E OBIETTIVI
I corsi annuali, reiterabili sino ad un massimo di tre annualità, si sviluppano in due settori professionali specifici: quello elettrico e quello gastronomico e della ristorazione.
Le classi sono composte da un numero massimo di circa dieci allievi.
L’impostazione dei contenuti didattici proposti è la seguente:
- Area dei linguaggi (lingua italiana e inglese) 80 ore
- Area tecnologica (informatica di base) 20 ore
- Area storico-socio-economica (cittadinanza attiva e lavoro) 30 ore
- Area matematico-scientifica 40 ore
- Laboratorio professionalizzante 120 ore
- Area della personalizzazione 10 ore
L’attività di formazione mira a fornire agli allievi conoscenze e competenze professionalizzanti che permettano loro di inserirsi adeguatamente nel mondo del lavoro.

FINE PERCORSO E SBOCCHI
Si tratta di corsi sperimentali in cui il momento di apprendimento avviene sia nell’ambito dell’aula che nell’ambito non convenzionale del tirocinio in un luogo di lavoro - il cosiddetto contesto non formale. Questi corsi non danno un titolo di studio, ma costituiscono una corsia preferenziale per un inserimento definitivo nel mondo del lavoro, attraverso la fidelizzazione allievo-maestro avvenuta nei numerosi periodi di stage.

METODOLOGIE
I corsi hanno come punto comune l’impegno, oltre che dei docenti e dei tutor aziendali, anche di un tutor generale del corso che, oltre ad occuparsi di mantenere il collegamento tra i docenti, la direzione, gli alunni e le famiglie e a gestire gli aspetti tecnico-segretariali, monitora l’attività svolta in stage con visite periodiche in loco di verifica degli obiettivi raggiunti .

FORMATORI
Docenti abilitati e laureati
Tutor per ogni classe
Educatori per le attività di sostegno e di aiuto allo studio

STRUTTURE
I percorsi si avvalgono di laboratori specifici per l’apprendimento delle competenze tecnico-professionali: due laboratori gastronomici, utilizzati anche dai percorsi triennali, e un laboratorio elettrico.
Il Laboratorio Elettrico ha in dotazione 10 pannelli di simulazione per impianti civili, allestiti con scatole portafrutti e di derivazione ad incasso, portalampada E27, tubi al neon e il relativo centralino con gli interruttori di protezione. Inoltre, da costruzione diretta degli allievi, un banco prova motori ed un complesso di pannelli didattici di impianti di varia natura (ascensore, cancello automatico, automazioni elettropneumatiche) a disposizioni di esercitazioni nel corso dell’anno.

CALENDARIZZAZIONE DELLE LEZIONI
Ciascuna annualità prevede un carico orario di circa 600 ore complessive di cui 300 di attività didattica in aula e 300 di tirocinio formativo presso le aziende del territorio. Le ore di stage vengono distribuite armonicamente nel corso dell’anno in modo che i periodi d’aula e i periodi di tirocinio formativo si alternino mensilmente.
La durata dell’attività d’aula giornaliera non supera le 4 ore ed è distribuita generalmente nella mattinata (dalle 8:30 alle 12:40).

COSTI
La frequenza al corso è subordinata al finanziamento delle Regione Lombardia attraverso il sistema Dote