News

13/03/2017 UNA TESTIMONIANZA SPECIALE: UN REDUCE DI GUERRA INCONTRA GLI ALLIEVI DEL PERCORSO DI AIUTO ALLO STUDIO

Carlo Colombo è un reduce di guerra. Deportato per due anni al tempo della seconda Guerra Mondiale nei campi di prigionia di mezza Europa, ha ottenuto la Croce al merito di guerra nel 1984, la Medaglia d'oro al valor militare nel 1997 e la medaglia d'onore nel 2009. Oggi Carlo ha 93 anni ma è ancora arzillo e anche se quei giorni per fortuna sono lontani, non li ha dimenticati. In certi casi il tempo e l'età non valgono a niente.
Di lui aveva letto sul giornale la professoressa Elena Cesana che dal 2003 insegna a In-Presa ai ragazzi delle scuole medie durante le ore del progetto di Aiuto allo Studio. La professoressa, sapendo che l'anziano signore altre volte aveva portato la sua testimonianza nelle scuole, ha contattato la figlia per invitarli a In-Presa.
Così, venerdì 10 marzo Carlo, accompagnato dalla figlia, ha incontrato gli allievi del progetto di aiuto allo studio. Sono ragazzi che frequentano la Cooperativa per due o tre mattine alla settimana, in preparazione dell’esame di licenza media o per l’ammissione alla classe successiva. Loro del nazismo ne avevano solo sentito parlare a scuola o in televisione con qualche film. Non avevano mai incontrato nessuno che potesse testimoniare dal vivo i fatti di quegli anni.
Carlo, non ha risparmiato i dettagli anche più cruenti di quella terribile esperienza raccontando come viveva la gente in quel periodo.
I ragazzi che non sempre riescono a mantenersi attenti durante una lezione ordinaria, hanno ascoltato in silenzio e con interesse la testimonianza, partecipando attivamente con domande e con dimostrazioni di affetto.
Magari grazie a Carlo, avranno capito meglio il significato delle Giornata della Memoria e perchè è importante non dimenticare (e studiare la storia, anche quella sui libri di scuola).