News

20/10/2017 ALLA SCOPERTA DEL PESCE SOSTENIBILE CON SLOW FOOD

E' giunta ormai al terzo anno la collaborazione con Slow Food. Ogni anno un progetto diverso: il primo si è parlato dei presìdi, del loro significato e importanza, l'anno successivo sono state esplorate le molteplici varietà di grani antichi e la loro filiera produttiva, quest'anno invece i ragazzi saranno accompagnati alla scoperta del pesce sostenibile, quello di cui le nostre acque dolci e salate sono ricche ma che è meno utilizzato delle altre specie come il branzino, l'orata o l'astice.

Il progetto ha preso il via con una lezione pratica svolta in cucina insieme al signor Ghislanzoni, un pescatore d'acqua dolce appartenente ad una famiglia che fa questo mestiere da ben 4 secoli. Il sig. Ghislanzoni ha portato con sè più di 10 tipi di pesce di lago pescati la notte stessa, fra cui l'agone, il lavarello, il luccio, il pesce persico, il salmerino e vari tipi di trota. Ha spiegato ai ragazzi tutte le fasi del processo produttivo, da quando si mettono le reti nel lago, fino al momento in cui il prodotto viene presentato ai ristoratori, mostrando il procedimento delle pulizia e della lavorazione del pesce e cucinando insieme le ricette tradizionali tramandate di generazione in generazione.
La prossima lezione tratterà il pesce di mare ed in particolare il pesce azzurro.
Anche quest'anno il progetto si concluderà con una serata dimostrativa dove i ragazzi prepareranno una cena abbinando pesci di acqua dolce e di mare, utilizzando il pesce povero e sostenibile, che se sapientemente cucinato è altrettanto gustoso di quello che abitualmente portiamo sulle nostre tavole.