Alternanza scuola lavoro

  • Corsi
  • >
  • Alternanza scuola lavoro

Progetto Lombardia Eccellente - "Il mestiere di essere uomini"

Il percorso in alternanza scuola-lavoro offre agli allievi la possibilità di acquisire le competenze necessarie per inserirsi nel mondo del lavoro. Si struttura su tre annualità, al termine di ciascuna delle quali viene rilasciata da parte dei docenti e del tutor aziendale una dichiarazione di competenze acquisite. Ciascuna annualità prevede 600 ore complessive di cui 300 di attività didattica in aula e 300 di tirocinio formativo presso le aziende del territorio, suddivise in periodi di un mese ciascuno in alternanza. Due sono gli ambiti in cui sono stati attivati i corsi: uno è l’ambito gastronomico e della ristorazione, l’altro è l’ambito elettrico. La didattica è volta a privilegiare le discipline tecnico/professionali a cui vengono dedicate otto delle venti ore settimanali. Le rimanenti ore sono volte a fornire le competenze di base nell’area dei linguaggi (italiano e inglese), nell’area matematico-scientifica (tecnologie e informatica) e nell’area giuridico-economica (diritto). Il percorso degli allievi è seguito da un tutor che ha il compito di monitorare costantemente la situazione di ciascuno e di verificare l’attività svolta in stage con congrue visite periodiche in loco.

Offerta formativa

I percorsi in alternanza scuola-lavoro nascono per riavvicinare all’esperienza della conoscenza tutti quei ragazzi che, a causa di insuccessi scolastici, hanno abbandonato i canali convenzionali di istruzione e formazione. I destinatari del progetto, che si inserisce nel contesto delle politiche di eccellenza della Regione Lombardia per la lotta alla dispersione scolastica, sono perciò tutti coloro che hanno già subito almeno una bocciatura e che sono in difficoltà ad adattarsi alla scuola “classica” perché necessitano di un percorso formativo flessibile.

Contenuti e obiettivi

I corsi annuali, reiterabili sino ad un massimo di tre annualità, si sviluppano in due settori professionali specifici: quello elettrico e quello gastronomico e della ristorazione. Le classi sono composte da un numero massimo di circa dieci allievi. L’impostazione dei contenuti didattici proposti è suddivisa nelle seguenti aree:
• linguaggi (lingua italiana e inglese), 80 ore;
• tecnologica (informatica di base), 20 ore;
• storico-socio-economica (citta-dinanza attiva e lavoro), 30 ore;
• matematico-scientifica, 40 ore;
• laboratorio, 120 ore;
• personalizzazione 10 ore.

L’attività di formazione mira a fornire agli allievi conoscenze e competenze professionalizzanti che permettano loro di inserirsi adeguatamente nel mondo del lavoro.

Fine percorso e sbocchi

Si tratta di corsi sperimentali in cui il momento di apprendimento avviene sia nell’ambito dell’aula che nell’ambito non convenzionale del tirocinio in un luogo di lavoro, il cosiddetto contesto non formale.
Questi corsi non danno un titolo di studio, ma costituiscono una corsia preferenziale per un inserimento definitivo nel mondo del lavoro, attraverso la fidelizzazione allievo-maestro avvenuta nei numerosi periodi di stage.

Metodologia

I corsi hanno come punto comune l’impegno, oltre che dei docenti e dei tutor aziendali, anche di un tutor generale del corso che, oltre ad occuparsi di mantenere il collegamento tra i docenti, la direzione, gli alunni e le famiglie e a gestire gli aspetti tecnico-segretariali, monitora l’attività svolta in stage con visite periodiche di verifica degli obiettivi raggiunti.

Costi

Il corso é finanziato dalla Regione Lombardia attraverso il programma “Lombardia Eccellente”.

Formatori

Docenti laureati ed abilitati
Tutor per ogni classe
Educatori per le attività di sostegno e di aiuto allo studio

Strutture

I percorsi si avvalgono di laboratori specifici per l’apprendimento delle competenze tecnico-professionali: laboratorio gastronomico e un laboratorio elettrico.

Calendarizzazione delle lezioni

Ciascuna annualità prevede un carico orario di circa 600 ore complessive di cui 300 di attività didattica in aula e 300 di tirocinio formativo presso le aziende del territorio. Le ore di stage vengono distribuite armonicamente nel corso dell’anno in modo che i periodi d’aula e i periodi di tirocinio formativo si alternino mensilmente.
La durata dell’attività d’aula giornaliera non supera le 4 ore ed è distribuita generalmente nella mattinata (dalle 8:30 alle 12:40).