05/06/2012 - DAL 15 AL 23 GIUGNO, A CARATE BRIANZA
In-Presa e Istituto scolastico Don Gnocchi organizzano “In-Festa”:
sette giorni insieme con spettacoli, incontri, musica, giochi e tante occasioni di incontro

Si comincia venerdì 15 giugno con lo spettacolo del comico di Zelig,
Paolo Cevoli. “La conoscenza è un avvenimento, l’educazione è un lavoro”
il titolo dalla manifestazione che si svolgerà nell’area
di Piazza Risorgimento a Carate Brianza

Con la manifestazione In-Festa, organizzata da Associazione In-Presa e Istituto Scolastico Don Gnocchi, torna la proposta di una festa popolare, aperta a tutti, con momenti di intrattenimento e svago, accanto a incontri culturali e su temi di stretta attualità.
In-Festa si svolge a Carate Brianza, all’interno dell’area di Piazza Risorgimento 1, da venerdì 15 giugno a sabato 23 giugno (con due giorni di pausa martedì 19, e mercoledì 20).

In calendario ci sono appuntamenti di vario tipo. Gli spettacoli innanzitutto, aperti da un nome di grandissimo richiamo: il comico di Zelig Paolo Cevoli, che ha reso famoso il personaggio dell’assessore Palmiro Cangini, sarà protagonista assoluto della prima serata di In-festa, venerdì 15, con uno spettacolo ad ingresso gratuito.
Il programma di In-Festa prosegue sabato 16 giugno con un incontro con Giancarlo Cesana , Professore di Igiene generale e applicata– Università degli Studi di Milano Bicocca, sulla frase che dà il titolo alla festa: “La conoscenza è un avvenimento, l’educazione è un lavoro”.
Ancora sabato, in serata, un concerto di musica classica.
Tra gli altri appuntamenti si segnalano la proiezione della partita dei Campionati Europei di calcio, Italia-Irlanda, lunedì 18 alle ore 20,45.
In calendario musica per tutti i gusti: oltre al concerto di musica classica, suoneranno dal vivo a In-Festa i “Blues for People Band” (domenica 17 giugno alla sera) e “The Shamrock Band” con un repertorio di musica irlandese (giovedì 21 giugno alle ore 21,00), mentre venerdì 22 giugno ci sarà una serata dedicata al ballo liscio.
Tra i numerosi incontri culturali spiccano quello con Giorgio Israel, docente di Matematica all'Università La Sapienza di Roma, dal titolo “La cultura non si misura” (domenica 17 alle ore 18) e lo spazio per un approfondimento dell’esperienza e della proposta educativa di In-Presa e Don Gnocchi (sabato 23 alle ore 18.30).

Saranno allestite anche mostre che approfondiranno l’identità e gli scopi delle due realtà che hanno organizzato In-festa.
Tutti i giorni sarà aperto a In-Festa un servizio di bar-ristorazione.

«Don Gnocchi e In-Presa svolgono la loro opera educativa in Carate Brianza ormai da oltre 20 anni ed hanno raggiunto nel complesso una dimensione tale da avere un peso significativo nel territorio: mille giovani vivono e lavorano ogni giorno con noi» spiega il dirigente scolastico dell’Istituto Don Gnocchi, Franco Viganò. « In particolare c’è un aspetto decisivo che le accomuna, e le differenzia dalla gran parte delle opere educative analoghe: ambedue non sono nate da “uomini di scuola” e nemmeno da professionisti dell’educazione ma da persone che avevano chiara percezione che un popolo, che trascura l’educazione dei giovani, va in frantumi».

«Siamo spesso testimoni» aggiunge l’amministratore delegato di In-Presa Davide Bartesaghi «che chi incontra In-presa e don Gnocchi resti colpito dal fatto che esista un punto di speranza e di positività per tanti ragazzi, e quindi per tutti. Questo fatto è tanto più importante quanto più l’attività di In-presa e Don Gnocchi sono innestate in un territorio che ne riconosce il valore e ne sostiene l’attività in vario modo. Fare festa è un modo per restituire al territorio il valore di ciò senza tanti amici che ci aiutano non sarebbe possibile».

Iscriviti alla Newsletter di In-Presa!

Se vuoi saperne di più sulle nostre attività, resta in contatto